Dr. Hauschka

Sesamo

Sinonimo: Gingilli, Tila
Nome botanico: Sesamum Indicum L.
Famiglia: Pedaliaceae

Habitat originario

Africa tropicale orientale.

Ingredienti

Semi di sesamo: fino al 60 % di olio, 30 % di proteine, vitamina E, acido folico, vitamine del complesso B (soprattutto niacina), magnesio, calcio e fosforo.
Olio di Sesamo: 42 % acido oleico, 44 % acido linoleico, 14 % acidi grassi saturi e i fenoli sesamolo (3,4-metilenediossifenolo) e sesaminolo, che hanno proprietà antiossidanti.

Descrizione

Il Sesamo è una pianta annuale che può raggiungere un’altezza di due metri e somiglia alla nostra Digitalis purpurea. Ha foglie allungate e ovali su uno fusto che può essere ramificato o non, secondo la varietà. Approssimativamente sei settimane dopo la semina, la pianta sviluppa pelosi fiori tubolari che ricordano nella forma la cornucopia. I fiori possono essere di colore bianco, giallo, rosa o viola. Possono essere screziati e crescere in gruppi di tre nell’ascella della foglia. I fiori presentano solitamente impollinazione autogama e nella maggior parte dei casi soltanto il frutto centrale del gruppo raggiunge la piena maturazione. Il lungo fittone presenta numerose radici laterali. La pianta è originaria delle regioni tropicali e subtropicali e necessita di un clima caldo-umido per la sua crescita e di un clima secco per la maturazione dei semi. Quando le capsule che contengono i semi diventano di un nero brunastro, si aprono e liberano i semi maturi, che possono essere bianchi, brunastri o neri, secondo la varietà.

Un’altra pianta che appartiene alla famiglia del sesamo è l’artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens).

Usi

I semi di sesamo sono un’eccellente fonte dietetica di calcio e vengono utilizzati sotto diverse forme nella preparazione di cibi in Africa, in Oriente, Asia e India. Sono utilizzati come ingrediente in pasticceria, possono essere tostati per uno spuntino, trasformati nella crema ‘tahini’ e si trovano nel condimento giapponese ‘gomasio’ e nella mistura di erbe giordane ‘zahtar’, così come in diversi dolci come l’orientale ‘halva’.

L’olio di sesamo di qualità alta, ottenuto dalla spremitura dei semi, presenta un aroma quasi neutrale ed è molto stabile. Viene largamente utilizzato nella cucina orientale ed asiatica, incluso l’olio che sa di noce ottenuto dai semi di sesamo tostati.
Oltre al suo utilizzo come olio commestibile d’alta qualità, l’olio di sesamo con le sue proprietà antiossidanti raffina i prodotti per la cura della pelle e le fornisce una certa protezione dal sole. E’ un ottimo olio da massaggio che penetra nella pelle in profondità
Nell’ Ayurveda l’olio gioca un ruolo importante al mattino Gandusha, quando con un cucchiaio di olio si fanno vigorosi gargarismi. Si suppone che l’olio rimuova ed elimini il tartaro dai tessuti. La medicina tradizionale cinese ritiene che il sesamo rafforzi l’energia vitale qi. Si pensa che dolci preparati con semi di sesamo e miele aiutino a conservare la fertilità e la salute sessuale nella donna.

Fatti interessanti

Il sesamo è probabilmente la pianta d’olio più antica di cui si abbia notizia. Si è diffusa attraverso l’intervento umano dall’Africa orientale all’Africa settentrionale e verso oriente dall’India alla Cina. Tutte le culture le hannno attribuito nomi foneticamente simili alla parola sesamo; per esempio, in arabo è chiamata simsim, in Aramaico sums ma and in Greco sesamon. E’ probabile che il nome si riferisce al sesamo come ad una pianta d’olio: la parola Accadica šamaššamm? potrebbe essere formata da šamnu = olio, grasso e šammum = pianta.

Una tavoletta d’argilla che risale al 2000 a.C. dimostra che il sesamo era altamente apprezzato già a quel tempo. Riporta la seguente iscrizione in simboli cuneiformi babilonesi: “Gli dei condiscono col sesamo”.
Gli apprezzati semi venivano messi nelle tombe Egiziane e, per esempio, furono trovate nella tomba di Tutankhamen (re egiziano dal 1333 al 1323 a.C.). Una pittura trovata in una tomba egizia di 4000 anni fa, mostra un panettiere che mescola i semi di sesamo nell’impasto del pane.
L’Iliade di Omero dell’VIII° secolo a.C. narra come si ritenga che la bella Era, moglie di Zeus e protettrice del matrimonio e delle nascite, si sia unta con olio di sesamo prima di adornarsi per sedurre Zeus. Nell’antica Grecia l’olio di sesamo veniva utilizzato nelle sacre unzioni per nascite, matrimoni e morti.

Apriti Sesamo! Questa magica frase che deriva dalla favola orientale di “Ali Baba e i Quaranta Ladroni” e fece aprire la caverna che nascondeva il tesoro dei quaranta ladroni. La frase è indice del fatto - che nell’era Assiro/Babilonese il sesamo rappresenta un prodotto di grande valore ed è una parabola che si raccontava durante il raccolto del sesamo a quei tempi. I contadini dovevano aspettare il preciso momento in cui il seme di sesamo fosse quasi maturo, ma non tanto maturo da far aprire le capsule spontaneamente. Se ciò fosse accaduto, inevitabilmente il piccolo seme sarebbe caduto sul terreno e si sarebbe perduto. Nelle coltivazioni odierne la capsula contenente i semi di sesamo non si apre spontaneamente, rendendo molto più facile la raccolta

Un chilo di sesamo contiene circa da 260,000 a 399,000 semi e produce circa 300 millilitri di olio. Il residuo lasciato dalla spremitura per estrarre l’olio fornisce un mangime per animali ricco di proteine. Per inciso – si ritiene che gli oleifici siano luoghi magici. Secondo la tradizione sono dimore di numerosi spiriti.

La pianta nei nostri prodotti

Le sostanze presenti nell’olio di sesamo proteggono la nostra pelle dall’invecchiamento prematuro della pelle. L’olio assicura anche una protezione contro i raggi UV. Si prende cura della pelle, la tonifica apporta sostanze lipidiche e mantiene la pelle elastica. Olio di sesamo contenuto nella Crema alla rosa light per il giorno Dr. Hauschka proviene da un progetto di coltivazioni organiche in Messico.

♦♦♦♦