Dr. Hauschka

Neem

Sinonimo: Albero del rosario
Nome botanico: Azadirachta indica
Famiglia: Meliaceae

Habitat originario

Himalaya meridionale, India, Birmania, Africa, America

Ingredienti

I semi e le foglie, che contengono diversi componenti, sono la parte più utilizzata.
Semi: azadiractina, limonoidi, terpeni, composti amari
Foglie: limonoidi, terpeni

Descrizione

L’albero del Neem cresce velocemente e prospera nei caldi climi tropicali. Quest’albero, che raggiunge un’altezza di 12 m, è ricoperto da una corteccia color grigio pallido, al di sotto della quale si trova un legno rossastro. Le foglie simili a quelle del frassino possono raggiungere una lunghezza di oltre 50 cm e formare un folta chiome ed espansa chioma. Fiori viola adornano l’albero da febbraio ad aprile emanando un profumo simile a quello del lillà. Da questi si sviluppano drupe dal colore giallo dorato, che contengono noccioli legnosi e sfaccettati.

Usi

Alcuni sostengono che l’albero del Neem compia veri miracoli e presto sarà capace di curare tutte le malattie umane. Le sue proprietà non sono ancora del tutto note. Tuttavia, è stato già dimostrato che possiede notevoli caratteristiche antinfiammatorie, battericide e che rinforza il sistema immunitario. Per esempio gli estratti di foglia di Neem sembrano avere un’azione efficace contro 14 tipi di fungo (candida inclusa) molti batteri, (ad esempio il batterio della gangrena, lo Staphylococcus aureus o la Salmonella typhosa). Si è inoltre evidenziata la sua azione preventiva contro le infezioni virali come il vaiolo, la varicella, l’epatite B e l’herpes.
Tutte le parti dell’albero del Neem sono usate nella medicina ayurvedica che lo apprezza per le sue proprietà rinfrescanti, formative e di assorbimento dell’umidità.
Le foglie di Neem sono spesso usate per il trattamento quotidiano di pelle, capelli, unghie, gomme e denti. Gli estratti delle sue foglie hanno molteplici impieghi terapeutici per la loro azione antisettica e rinforzante. Vengono ad esempio usati in stati di debolezza e di eccesso dei processi neurosensoriali che si possono manifestare con caduta dei capelli, forfora, pidocchi, onicomicosi, parodontiti croniche ed eczemi; e quando un eccesso dei processi metabolici in eccesso determina acne, infiammazione del letto ungueale e ritardo nella cicatrizzazione.


La azadirachitina estratta dai semi è usata come pesticida naturale eco – compatibile.

Fatti interessanti

La famiglia delle Meliaceae include specie di alberi tropicali come il mogano.
In India l’albero del Neem è ritenuto la dimora di una delle più antiche divinità indiane: il dio Sitala, che nella mitologia è in grado di guarire il vaiolo. Quindi era abituale piantare l’albero vicino ai templi e di fronte alle case come protezione dalle malattie. I suoi rami erano usati per i riti del Nuovo Anno e per le cure primaverili. Quando nasceva un bambino i genitori erano soliti decorare con rami di Neem le capanne, così che il piccolo fosse benedetto dagli Dei. Per ricompensare Sitala dalla perdita di parti della sua dimora, le offerte sacrificali erano poste di fronte all’albero per pacificare la divinità prima di tagliare i rami.

Oggi il Neem viene ancora piantato lungo i viali principali e nei campi perché ombreggia, rinfresca l’aria e tiene lontano gli insetti. A causa dei suoi numerosi e differenti effetti, il Neem viene spesso chiamato in India con il nome di “farmacia del villaggio”. I ramoscelli di Neem sono anche usati come spazzolini per i denti. I giovani ramoscelli sono masticati sino a quando non sono consumati e poi usati per spazzolare i denti. Negli ultimi anni l’albero del Neem ha attratto l’attenzione del pubblico per una ragione diversa.

Nel 1995 alla compagnia americana W.R. Grace, ideatrice di un insetticida a base di Neem, fu conferito un brevetto sull’albero del Neem che fu poi ritirato dall’Ufficio Brevetti Europeo il 10 maggio del 2000.

Oltre mezzo milione di Indiani avevano protestato sulle strade di Bangalore contro questo brevetto e il tentativo di sottrarrei loro i diritti sul sacro albero del Neem.

La pianta osservata diversamente

Nell’albero del Neem i processi degli elementi calore, aria, acqua e terra sono uniformemente bilanciati. Nessuno di essi sembra predominare. Così, come pianta medicinale, il Neem armonizza in generale l’organismo e regola sia l’iperattività del sistema neurosensoriale, sia l’eccesso dei processi metabolici nella cute e negli annessi cutanei. 

La pianta nei nostri prodotti

Le foglie di Neem sono state usate da WALA sin da quando Elisabeth Sigmund, fondatrice della cosmesi Dr.Hauschka, portò indietro questo speciale albero medicinale da una sua visita di studio in India.

Estratti di foglie di Neem sono contenuti nei seguenti prodotti: Deolatte rosa, Balsamo contorno occhi, Liquid Eyeliner, Olio e Lozione al neem per i capelli, Defining Mascara, Volume Mascara, Brow & Lash Gel e nel Dentifricio Forte alla Menta della Linea Dr.Hauschka Med.

Nei prodotti per capelli le foglie sono apprezzate per la loro azione rafforzante sul cuoio capelluto.

♦♦♦♦