Dr. Hauschka

I nostri ingredienti

Nei nostri prodotti ogni ingrediente contribuisce all’effetto di tutta la composizione. La selezione e l’estrazione delle materie prime, nonché la composizione dei singoli ingredienti vengono sapientemente studiate per dare luogo a un prodotto Dr. Hauschka finito. Per fare ciò rispettiamo i più elevati standard di qualità. 

In questa pagina potrete scoprire di più sui singoli ingredienti: da dove provengono, perché li utilizziamo e quali funzioni svolgono nei nostri prodotti.

Burro di karité

Burro di karité

Profilo della materia prima

L’albero di karité (Butyrospermum parkii) è un’autentica rarità. È originario delle regioni delle savane del Sudan e dei territori intorno alle sorgenti del Niger e dell’Alto Nilo. Il suo habitat naturale si estende su un territorio ristretto di circa 300 km che dal Mali attraversa il Burkina Faso allungandosi fino al Ghana, al Togo e al Benin.Maggiori informazioni

Gli ingredienti dell’Olio trattante torba lavanda

Gli ingredienti dell’Olio trattante torba lavanda sono combinati fra loro per avvolgere la pelle in un involucro protettivo e rinforzante. Il fulcro di questa composizione è un estratto di torba, preparato secondo un particolare processo ritmico, che aiuta la persona a proteggersi dall’interno, a schermarsi dagli agenti esterni e a definire un involucro protettivo avvalendosi delle proprie forze. Una capacità che le persone sensibili al freddo e alle variazioni climatiche vivono come un grande conforto. All’estratto si aggiunge l’olio d’oliva che rinforza ulteriormente la funzione barriera della pelle e il burro di karité che la lenisce e la sostiene nel preservare l’idratazione, mentre l’olio essenziale naturale di lavanda emana un profumo delicato che durante il giorno infonde un senso di tranquillità, mentre la sera promuove un sonno riposante. Il risultato è un olio distensivo per il corpo, ideale nelle occasioni in cui desideriamo un involucro avvolgente. Perché come si dice: la forza risiede nella calma.

Perché il burro di karité è utilizzato come ingrediente nei prodotti Dr. Hauschka?

Il burro di karité rende morbida la pelle e la sostiene nel compito di preservare l’idratazione. Sono in particolare le componenti non saponificabili del burro di karité, grazie alle loro proprietà idratanti, a rendere la pelle morbida e levigata.Maggiori informazioni

Burro di karité
Burro di karité
Olio d’oliva
Olio d’oliva
Olio essenziale di lavanda
Olio essenziale di lavanda
Estratto di torba
Estratto di torba
Olio trattante torba lavanda

Olio trattante torba lavanda

Al prodotto


Tutti gli ingredienti dell’Olio trattante torba lavanda
Olea Europaea (Olive) Fruit Oil, Water (Aqua), Butyrospermum Parkii (Shea) Butter, Lavandula Angustifolia (Lavender) Oil, Peat Moss Extract, Sucrose Polystearate, Linalool*, Hydrogenated Jojoba Oil, Fragrance (Parfum)*, Citronellol*, Limonene*, Geraniol*, Coumarin*, Citral*, Farnesol*, Eugenol*, Equisetum Arvense Extract, Aesculus Hippocastanum (Horse Chestnut) Seed Extract, Alcohol.

*component of natural essential oils

Il progetto del burro di karité in Burkina Faso è cresciuto in maniera incredibile. Poiché all’epoca non esisteva burro di karité bio nel mondo, nel 2001 abbiamo avviato la certificazione biologica. Allora eravamo l’unico cliente ad acquistare l’intera produzione di burro di karité bio dal produttore Agrifaso. Oggi l’azienda è cresciuta diventando un fornitore stabile che produce burro di karité biologico per numerosi acquirenti. Ormai noi siamo soltanto un piccolo cliente e quindi perfettamente in linea con il nostro obiettivo di creare con la nostra iniziativa e il nostro sostegno un’azienda autonoma e indipendente.

Christine Ellinger
naturamus GmbH
Società affiliata di WALA Heilmittel GmbH

Origine, coltivazione e lavorazione

Il burro di karité impiegato nella Cosmesi Dr. Hauschka proviene dal Burkina Faso. Nel 2001 abbiamo avviato a un progetto di certificazione bio nella regione attorno a Diarabakoko, nel sud-ovest del Burkina Faso. Oggi vi aderiscono 2.200 donne di 17 villaggi, che raccolgono le noci di karité all’interno di diverse aree di raccolta protette a certificazione biologica.Maggiori informazioni

Burro di karité - Dr.Hauschka

Nel caldo Sahara, il burro di karité ha la funzione di preservare la vita: per secoli le popolazioni autoctone lo hanno usato per proteggere la pelle dal vento secco.

Burro di karité - Dr.Hauschka

In Africa il burro di karité viene tradizionalmente usato per la cura della pelle, i reumatismi, i dolori muscolari e articolari, per la prevenzione e il trattamento delle smagliature e per la cura dei bambini.

Burro di karité - Dr.Hauschka

La raccolta dei frutti è accompagnata da un antico rituale chiamato "Begu". Il periodo della raccolta ha inizio con una festa sacrificale. Il grasso delle prime noci raccolte è utilizzato dalle donne per preparare una pietanza di fagioli neri mangiata dalla comunità del villaggio durante i festeggiamenti.

Burro di karité - Dr.Hauschka

Il karité ricevette il proprio nome a fine XVIII secolo dall’esploratore scozzese Mungo Park. Egli prese presumibilmente ispirazione dal linguaggio africano Bambara nel quale "sii" significa sacro. In onore di Mungo Park, il nome scientifico del karité è ancora adesso Butyrospermum parkii (Latino: butyro = burro, spermum = seme).

Burro di karité

Profilo della materia prima

L’albero di karité (Butyrospermum parkii) è un’autentica rarità. È originario delle regioni delle savane del Sudan e dei territori intorno alle sorgenti del Niger e dell’Alto Nilo. Il suo habitat naturale si estende su un territorio ristretto di circa 300 km che dal Mali attraversa il Burkina Faso allungandosi fino al Ghana, al Togo e al Benin. È soltanto qui, e in nessun’altro luogo al mondo, che quest’albero prospera.

Il nodoso albero di karité raggiunge un’altezza dai 10 ai 15 metri e sopporta facilmente il clima arido. Quest’albero lattifero dalle foglie coriacee fiorisce per la prima volta all’età di vent’anni, ma poi regala fioriture tutto l’anno. Raggiunge la sua massima capacità produttiva all’età di 50, rimanendo poi pienamente produttivo per oltre 100 anni.

Sono i frutti verdi a forma di susina, che diventano marroni una volta giunti a maturazione, a rendere l’albero del karité interessante per l’essere umano. Dal punto di vista botanico, sono bacche del diametro fino ai quattro centimetri. Con un contenuto di grassi superiore al 50 percento, i noccioli di questo frutto, che conosciamo come noci di karité, sono una fonte di grassi per cucinare e per la cura della pelle molto ricercata in Africa, patria d’origine di questa pianta. La purea dolce del frutto viene anche utilizzata come cibo. Ma il burro di karité ottenuto dai noccioli conta ormai estimatori in tutto il mondo. È ricco di grassi con acidi grassi saturi a catena lunga e insaturi semplici, così come componenti non saponificabili che danno struttura e conferiscono al lipide il suo carattere fondente e burroso. La vitamina E e la provitamina A contenute preservano il burro di karité impedendogli di irrancidire.

In Germania, i prodotti a base di burro di karité furono inizialmente importati alla fine del 19° secolo. I primi test su larga scala sul suo impiego nella cura del corpo vennero eseguiti tra il 1930 e il 1952. I chimici erano entusiasti dell’elevato contenuto grasso dei frutti e della buona conservabilità senza utilizzare emulsionanti. Intorno alla metà degli anni ’60, il burro di karité scomparve dal mercato mondiale, soppiantato dal burro di cacao promosso dai paesi industrializzati.

Di recente, questa materia prima pregiata ha guadagnato nuova importanza come sostanza naturale per dare struttura ai cosmetici di elevata qualità.

Burro di karité
Burro di karité

Origine, coltivazione e lavorazione

Il burro di karité impiegato nella Cosmesi Dr. Hauschka proviene dal Burkina Faso. Nel 2001 abbiamo avviato a un progetto di certificazione bio nella regione attorno a Diarabakoko, nel sud-ovest del Burkina Faso. Oggi vi aderiscono 2.200 donne di 17 villaggi, che raccolgono le noci di karité all’interno di diverse aree di raccolta protette a certificazione biologica. Le raccoglitrici del villaggio di Diarabakoko scelto per questo progetto si sono organizzate in una cooperativa, una comunità di sole donne, come è comune e normale in Africa. Il burro di karité è da sempre una cosa da donne e solo a loro è consentito raccogliere le noci. Alla loro cooperativa, le donne hanno dato il nome di “IKEUFA” (Faire bien et meilleur de Diarabakoko), che significa “fare bene e meglio” a Diarabakoko. Il denaro guadagnato dalla vendita delle noci di karité consente loro di pagare le spese scolastiche dei figli, che vengono mandati a scuola tutti, e non solo pochi eletti. Inoltre permette loro di soddisfare i bisogni primari, come cibo e medicinali.

Il raccolto ottenuto nelle aree del progetto viene sgusciato, essiccato e riposto temporaneamente dalle donne dei villaggi coinvolti in magazzini co-finanziati da WALA. La vicina azienda certificata bio Agrifaso, con sede a Bobo-Dioulasso, acquista le noci che trasporta direttamente con l’ausilio di furgoni dai villaggi alla sua piccola unità di lavorazione. Lì, le noci sgusciate vengono sottoposte alla pressione a caldo ed elaborate in burro di karité. Agrifaso impiega 40 collaboratrici e collaboratori fissi che garantiscono la continuità di produzione del burro di karité con una buona qualità sempre costante. Infine, il burro di karité grezzo viene nobilitato mediante un processo di raffinazione certificato bio per ridurne l’odore naturale estremamente caratteristico.

Burro di karité
Burro di karité

Perché il burro di karité è utilizzato come ingrediente nei prodotti Dr. Hauschka?

Il burro di karité rende morbida la pelle e la sostiene nel compito di preservare l’idratazione. Sono in particolare le componenti non saponificabili del burro di karité, grazie alle loro proprietà idratanti, a rendere la pelle morbida e levigata. Il burro di karité inoltre è ben tollerato e particolarmente indicato per la pelle secca e che tende a presentare allergie.