Dr. Hauschka

Per esempio le rose profumate da cui otteniamo l’olio essenziale di rosa, o gli alberi di mandorlo e gli arbusti di jojoba. Per le nostre formulazioni desideriamo acquistare anche questi ingredienti in qualità biologica, e in questo modo promuoviamo la produzione di materie prime di qualità bio in assoluto, tra cui l’olio essenziale di rosa, il burro di mango, l’olio di ricino e il burro di karité. Sosteniamo i coltivatori locali offrendo loro finanziamenti e il nostro sapere in materia di agricoltura biologica. Li accompagniamo lungo il percorso di ottenimento delle certificazioni biologiche e garantiamo loro quantitativi d’acquisto prestabiliti.

Relazioni commerciali eque fondate sulla reciproca fiducia e su un percorso di sviluppo indipendente per noi sono la normalità. Per questo siamo legati a molti partner di coltivazione che seguono i principi dell’agricoltura bio-dinamica da lunga data e sulla base di una collaborazione stabile e continuativa, come i coltivatori di mandorle e olive in Spagna, di jojoba in Argentina e di noci di macadamia in Kenia. Sosteniamo i nostri partner nella costruzione di realtà produttive e se lo desiderano affianchiamo loro su base regolare dei consulenti specializzati in agricoltura bio-dinamica finanziati da noi.

Nel fare questo, abbiamo sempre a cuore la possibilità che i nostri partner possano progredire nel proprio sviluppo imprenditoriale raggiungendo una stabilità economica in grado di renderli indipendenti da noi. Fa parte di questo anche la garanzia di condizioni di lavoro eque e per questa ragione ci siamo impegnati nella realizzazione di ambienti sociali dedicati ai collaboratori di un oleificio e alla costruzione di servizi sanitari adeguati. Per noi, infatti, non è importante solo l’indipendenza economica, bensì anche condizioni sociali migliori per le persone in loco.

Intervista a Ralf Kunert

amministratore di naturamus GmbH, società affiliata a WALA Heilmittel GmbH

Signor Kunert, può spiegarci qual è il compito di naturamus GmbH?

Come società indipendente affiliata a WALA Heilmittel GmbH, acquistiamo tutte le materie prime per la Cosmesi Dr. Hauschka e i rimedi medicinali WALA. Si tratta di circa un migliaio di materie prime differenti, come gli oli essenziali, gli oli grassi, le piante fresche e gli eccipienti farmaceutici quali gli emulsionanti o i globuli grezzi destinati ai rimedi medicinali.

Le materie prime che acquistate sono sempre, se possibile, di qualità biologica. Cosa succede se questa qualità non è disponibile?

Quando una materia prima importante non è disponibile in qualità biologica, o non è reperibile in quantità sufficienti, avviamo partnership a livello mondiale per conto di WALA per il suo approvvigionamento. La filosofia di WALA prevede espressamente che i partner si rendano economicamente indipendenti e in questo senso è importante che vendano i propri prodotti a una cerchia più ampia di clienti. Investiamo molto tempo ed energia nella realizzazione concreta di questi principi.

Per il pregiato olio di noce di macadamia biologico utilizzato nella Cosmesi Dr. Hauschka avete già trovato un partner adatto. Quali sono stati i criteri di selezione?

Biologico e commercio equo, per noi sono criteri essenziali. Per questo acquistiamo noci di macadamia biologiche in Kenia, dalle quali, per esigenze di qualità, estraiamo l’olio lavorandolo direttamente nell’oleificio di nostra proprietà. Il nostro partner locale è LIMBUA, un’azienda bio-certificata del Kenia che commercializza noci di macadamia e avocado acquistandoli da piccoli coltivatori locali. LIMBUA è nata nel 2009 dall’iniziativa “macadamiafans”, un progetto che ci entusiasma moltissimo.

Di che iniziativa si tratta? E cosa vi entusiasma tanto di “macadamiafans”?

I macadamiafans perseguono principalmente un ideale sociale. Aiutano i coltivatori di macadamia del Kenia ad abbreviare le distanze fra produttore e consumatore. I macadamiafans offrono ai coltivatori e alle loro famiglie l’accesso diretto al mercato delle esportazioni, evitando che i proventi vadano in gran parte a favore degli intermediari commerciali. Un progetto realizzato in cooperazione con la fondazione WELT:KLASSE, che vede mini imprese - gestite da studenti tedeschi - impegnate nella distribuzione delle noci di macadamia del Kenia.

Ripetiamo per chiarezza: siete entusiasti dei macadamiafans ma acquistate da LIMBUA. Che rapporto lega questi due partner?

Tutto ha origine dalla società macadamiafans Kenya Ltd., alla quale i fondatori Hannes e Matti Spiecker hanno affiancato la LIMBUA Group Limited, con l’obiettivo di generare introiti migliori per un numero sempre maggiore di contadini. LIMBUA persegue la stessa identica filosofia di macadamiafans. Ma mentre sul fronte del mercato e in linea con il pensiero originario, l’iniziativa macadamiafans – come progetto educativo di LIMBUA – si rivolge esclusivamente alle mini imprese gestite da studenti, LIMBUA vende direttamente anche a grandi clienti commerciali. Una condizione che migliora l’accesso al mercato anche per gli altri prodotti biologici coltivati dai piccoli contadini aderenti. Dal 2009, inoltre, è cresciuto molto l’interesse tra gli agricoltori vicini. La cerchia di clienti più ampia, oggi consente l’inclusione di un numero sempre maggiore di piccoli contadini, permettendo l’ingresso di applicazioni tecnologiche avanzate: una combinazione di impronte digitali e telefoni cellulari di ultima generazione.

Telefoni cellulari e impronte digitali? Sembra interessante! Può spiegarci meglio?

Tutte le compravendite di noci di macadamia effettuate da LIMBUA vengono registrate in digitale attraverso il sistema informatico di LIMBUA, che garantisce un’elevata trasparenza per gli agricoltori del Kenia. Tramite l’impronta digitale l’agricoltore conferma la propria identità all’interno del sistema, come avviene con le autenticazioni tramite login nel proprio account. Qui può registrare non solo il sopralluogo del consulente biologico locale ma anche quanti chilogrammi di noci di macadamia dà a LIMBUA per la vendita. E una volta registrata la merce, l’agricoltore riceve sul proprio cellulare un messaggio che attesta il corrispettivo che gli verrà corrisposto per un chilo delle sue noci. Non appena il lettore di codice a barre nella fabbrica di LIMBUA rileva le noci e il quantitativo viene confermato, l’agricoltore riceve l’accredito del pagamento sul conto accessibile dal proprio telefono cellulare. Semplicemente geniale! E il tutto avviene nel giro di poche ore.

Diceva che le distanze tra produttore e consumatore si sono accorciate. Ma LIMBUA non si trova a sua volta a fungere da intermediario commerciale guadagnando dalla vendita delle noci e riducendo gli introiti dei contadini?

Ovviamente LIMBUA deve coprire i propri costi. Ma attualmente i proventi confluiscono integralmente nell’espansione delle attività in Kenia, per consentire un commercio equo dei propri prodotti a un numero sempre maggiore di agricoltori. Per i contadini è redditizio in ogni caso.

Accennava che nel sistema digitale di LIMBUA vengono documentati anche i corsi di formazione a cui prende parte il coltivatore. Di che tipo di corsi si tratta?

Agli agricoltori LIMBUA finanzia diversi corsi di formazione in materia di coltivazione biologica, così come visite da parte dei consulenti. Le visite e la partecipazione ai corsi di formazione sono premesse fondamentali per la conversione all’agricoltura biologica controllata delle superfici coltivabili di sua proprietà. Un requisito che gli consente di incrementare significativamente i propri introiti, perché al momento della vendita il prodotto biologico spunta un valore di mercato più alto.

Non sarebbe allettante per il coltivatore mescolare al prodotto biologico noci convenzionali?

Il pericolo è limitato. Nel periodo di fioritura degli alberi di macadamia, i collaboratori di LIMBUA stimano l’entità del raccolto previsto. Se il coltivatore fornisce più noci rispetto alle attese, verrà pagato solo dopo aver dimostrato la provenienza dei quantitativi supplementari. Inoltre le noci sono ovviamente sottoposte alle analisi residuali; per esempio alle analisi relative alla presenza di eventuali pesticidi.

Al momento quante persone traggono profitto dal commercio delle noci operato da LIMBUA?

In Kenia sono 5.000 i coltivatori che ricevono introiti regolari dalla vendita delle noci di macadamia a LIMBUA. Una garanzia che va naturalmente a vantaggio delle loro famiglie, tanto che alla fine sono oltre 25.000 le persone che possono godere di condizioni di vita migliori grazie alla coltivazione della macadamia. In più, possono beneficiarne anche numerosi studenti tedeschi.

Perché della coltivazione di macadamia beneficiano anche gli studenti tedeschi?

Ne beneficiano su un piano differente e si tratta degli studenti che insieme a macadamiafans e alla fondazione WELT:KLASSE si occupano della distribuzione in Germania delle noci di macadamia del Kenia. Alcuni di questi studenti possono fare visita ai piccoli agricoltori locali facendo un’esperienza di grande valore: imparano direttamente in loco come si genera la catena del valore a livello globale e come i nostri consumi influenzano le condizioni di vita locali. Chi acquista facendo attenzione alle merci prodotte in maniera sostenibile non solo aiuta a preservare l’ambiente; sostiene anche una famiglia di agricoltori. Inoltre, LIMBUA in Kenia persegue un progetto simile alla fondazione WELT:KLASSE con l’istituzione di LIMBUA Foundation.

Una fondazione keniota che condivide la distribuzione di noci di macadamia con gli studenti?

Non del tutto. L’obiettivo è leggermente diverso. La LIMBUA Foundation, fondazione di pubblica utilità, in Kenia lavora con scuole e università. Ciò che si propone è sensibilizzare gli allievi e gli studenti alle logiche ecologiche. Si tengono unità didattiche sia nelle scuole che nelle università, e anche nei vivai di LIMBUA. Fra i temi trattati rientrano l’agricoltura biologica e la biodiversità e l’obiettivo è quello di generare un impegno sociale di ampia portata che speriamo possa creare comprensione reciproca tra il Kenia e l’Europa.

Da LIMBUA acquistate solo ed esclusivamente le noci di macadamia? O sostenete il progetto anche in altri modi?

Acquistiamo principalmente le noci. Ma, ad esempio, aiutiamo l’azienda anche nella loro commercializzazione. E qui per noi è importante che LIMBUA non commerci soltanto le noci di macadamia ma anche altri prodotti, essendo tutte le fattorie dei piccoli coltivatori estremamente diversificate e bio-certificate. In collaborazione con LIMBUA, nel 2016 abbiamo fatto estrarre l’olio da un primo quantitativo di frutti di avocado prodotti dai piccoli coltivatori del Kenia. Naturalmente siamo anche consapevoli che spesso sono proprio le aziende in fase di avviamento a ritrovarsi con grossi problemi di liquidità. Per questo abbiamo sostenuto LIMBUA in ambito finanziario, per esempio pagando in anticipo il raccolto. Costruire una partnership e consolidarla nel tempo, affinché assuma anche caratteristiche di responsabilità sociale ed ecologica per noi è di assoluta importanza. E sappiamo che le nostre clienti e i nostri clienti apprezzano questo tanto quanto noi.

Desideri maggiori informazioni sulla noce di macadamia?
Per saperne di più clicca qui.

Trasparenza nella catena di fornitura delle noci di macadamia del Kenia

Gli alberi di macadamia in fiore permettono di stimare l’entità del raccolto prevista e di procedere così al pagamento dei quantitativi di noci di macadamia forniti. Se i volumi coincidono, il coltivatore riceve il pagamento grazie a una combinazione di impronte digitali e telefoni cellulari di ultima generazione.

Stima del raccolto

Raccolta da marzo a giugno

Acquisizione delle noci con documentazione digitale

L’entità del raccolto e il volume stimato coincidono?

Se sì, conferma del pagamento sul telefono cellulare